Sei un CIO? Sei un Imprenditore?

La Tua

DIGITAL COMPLIANCE

È in pericolo, fino a quando non guardi questo video di appena 3 minuti

Le software house non ti diranno mai che…..

Le software house, i tuoi consulenti organizzativi, il tuo DPO, non ti stanno mettendo in guardia dalle possibili falle nascoste dentro al tuo modello gestionale e alle tecnologie documentali acquisite negli anni, o che sei in procinto di acquistare

….non puoi più mettere “il carro davanti ai buoi”….

Nella corsa verso la Digital Transformation, non fanno altro che spingerti verso l’acquisto di software “a tonnellate”. La tecnologia può rendere gli uffici veloci nell’eseguzione e rendere l’impresa competitiva, riducendo le distanze con i fornitori e rendendo possibile gestire transazioni a tutte le ore

….ed è ora di pensare alla Digital Compliance Risk

La carta scompare gradualmente da procedure, atti formali e documenti di rilevanza legale, spostandosi in una nuova dimensione – quella Digitale. Nel 78,7% dei casi studio italiani analizzati, i documenti dematerializzati, prodotti dalle imprese, non hanno valore probatorio

Ecco perché, la tua Impresa, rischia di ritrovarsi con una storia documentale CANCELLATA da nuove leggi e normative, di cui nessuno parla, se non esegui SUBITO una scansione delle modalità con cui elabori digitalmente i tuoi documenti e i tuoi atti formali

La carta sta scomparendo dai tuoi uffici, ma che fine fanno i Faldoni dove l'azienda conserva gelosamente il suo patrimonio di documenti cartacei firmati con l'inchiostro?

L’ Italia ha una delle macchine burocratiche più contorte e articolate al mondo.

È per questo che, da sempre, l’amministrazione ordina con cura tutti i documenti, gli atti, le offerte e gli ordini all’interno di faldoni conservati e custoditi gelosamente.

  • Ma ora che la Digital Transformation Globale sta gradualmente portando all’estinzione il cartaceo
  • Ora che la Pubblica Amministrazione, le banche e – ben presto – clienti e fornitori si aspettano di ottenere, da te, dati e “record”, al posto di fogli e carte bollate
  • Adesso che, anche i tuoi dipendenti sono avvolti dall’era Digitale e si sentono più pronti a gestire un cambiamento interno del loro modo di lavorare, adottando la tecnologia nella loro quotidianità….

….non puoi evitare di prestare la massima attenzione alle modalità con cui conferisci la totale sicurezza legale ai documenti che produci e ai tuoi archivi, via via sempre più caratterizzati da dati digitali e semper meno da fogli firmati con penna, timbri e inchiostro

Devi acquisire un sistema per verificare la coerenza dei tuoi processi digitalizzati, e dei tuoi piani di investimento su innovazione e tecnologie documentali, e lo devi fare ADESSO! Perché in nessuna azienda AL MONDO è possibile effettuare dei cambi repentini di rotta!

Nel giro di 3 anni, tutte le imprese saranno costrette – o indotte – a digitalizzare i propri ambiti documentali. I dati elaborati dal Sistema Informativo sono il Petrolio del futuro

Quando si parla di strategie, nuovi asset e di investimenti da capitalizzare, sai molto bene come 3 anni volino velocissimi.

Un’eventuale deviazione, un cambio di rotta, una correzione ha bisogno di tempo per essere analizzata, assimilata ed attuata.

Ecco perché non puoi aspettare.

I passi che stai facendo adesso – o che hai fatto da poco – sono frutto di una riflessione protratta nel tempo. Forse hai aspettato mesi, se non addirittura uno o due anni, prima di riuscire ad innovare, a implementare processi digitali.

Immagina se fra una dozzina di mesi, dovessi scoprire che il tuo Sistema Informativo – o i tuoi processi documentali in generale – sta solo generando montagne di bit senza alcun valore legale.

Significherebbe ritrovarsi con un archivio pieno di documenti INCAPACI di proteggere la tua impresa, di documentare – in modo INOPPUGNABILE – le tue transazioni, gli atti che le hanno accompagnate, i tuoi contratti.

Tutto il lavoro fatto sulla Digital Transformation si rivelerebbe come un boomerang. Se riuscissi anche a sopravvivere ad un contraccolpo simile, dovresti correre ai ripari rimettendo le mani nella cassa dell’azienda per attuare tutti i correttivi necessari, sperando di trovare – nel frattempo – qualcuno di competente, capace di guidarti lontano dalla palude nel minor tempo possibile, sapendo comunque di doverci impiegare ANNI

Conservatore e “Pubblico Ufficiale” dei documenti digitali per conto di oltre 30.000 imprese italiane, ti rivela l’unico sistema per eseguire una “scansione” immediata dei tuoi processi documentali e delle tue tecnologie gestionali, per scovare subito falle normative – di rilevanza civile, ma anche PENALE – già presenti IN QUESTO MOMENTO nei tuoi sistemi informativi, o nel tuo piano di innovazione e Trasformazione Digitale.

Mi chiamo Nicola Savino, Il Dematerializzatore....

Mi chiamo Nicola Savino, come il DJ e presentatore TV, ma in realtà mi occupo di Dematerializzazione e Digitalizzazione a norma di legge.

Me ne occupo da quando, nel 2009, ho lasciato il mio posto da manager e le mie prospettive di carriera in IBM per aprire un’attività, nel bel mezzo della crisi economica mondiale.

Ho fatto questa scelta perché, da dentro una multinazionale, ho visto tantissime aziende dirigersi verso il futuro pensando unicamente alla tecnologia, al software e al fornitore, senza mai concentrarsi sull’importanza di quanto stavano per fare.

Stavano abbandonando la carta per il Digitale, già 10 anni fa! Senza prestare troppa attenzione alla scelta epocale che stavano per fare.

I documenti che produce un’azienda, infatti, sono la sua storia. La storia di un’impresa italiana, che lavora nel paese più BUROCRATICO DEL MONDO.

Il paese dove un cavillo, una firma non leggibile, una virgola fuori posto possono essere più che sufficienti per perdere un contenzioso, o per ritrovarci raggirati da un cliente, per non parlare di quanto possa risultare VITALE una documentazione solida quando si ha a che fare con i controlli delle centinaia di enti pubblici, appostati come cecchini ad ogni angolo di strada e pronti a mandarci una cartella esattoriale per qualsiasi cosa!

Davanti a tutte queste insidie, i tuoi documenti sono l’unico elemento in grado di salvarti (prima di dover ricorrere ad un buon avvocato). Per questo motivo, in Italia, conserviamo sempre tutto e siamo abituati a fare affidamento sulla puntigliosità dell’amministrazione!

Nel passaggio dalla carta al Digitale, puntualmente le aziende commettono degli errori capaci di compromettere irrimediabilmente la validità dei documenti prodotti.

Ho scoperto, negli anni, quanto le mie conoscenze potessero letteralmente salvare le imprese da errori – talvolta persino BANALI – di “mala digitalizzazione”, per questo ho costituito un Centro di Competenze Digitali.

Un pool di professionisti che – come me – hanno deciso di dedicare tutta la loro carriera nell’aiutare le imprese italiane nell’elaborazione e gestione di processi documentali a norma di legge..

Esperienze, competenze e professionalità!

Dovevamo gestire la fatturazione elettronica e i flussi documentali tra dipartimenti e ci hanno affiancato con sicurezza in questa fase di cambiamento, accontentandoci anche velocemente su alcune richieste di customizzazione. Inoltre si evince la grande Competenza di Nicola e del suo Centro di Competenze Digitali
Sabrina Sada
Sada Packaging Spa

Velocità, affidabilità, integrazione

Hanno garantito nei tempi utili, il supporto necessario, sia legale, sia tecnico, per lo sviluppo delle corrette procedure di trasformazione da analogico a digitale, a norma e senza dover impattare sull’operatività quotidiana degli addetti alla produzione dei vari documenti e atti formali che l’azienda quotidianamente produce.
Costantino Molinari
Rino Pratesi SPA

L’ unica opzione davvero valida per una multinazionale come noi

L’esperienza, le competenze e la professionalità dell’Ing. Savino sono state le peculiarità che hanno indotto l’azienda a sceglierlo, affiancato dal Centro di Competenze Digitali che ha messo a nostra disposizione “full time”, comprensivo di esperti legali e contabili, per la consulenza di processo.
Andrea Reuscitti
Mazda Italia

Ci ha catturato senz’altro l’entusiasmo e la passione che infonde in argomenti così poco attraenti.

Nicola, con la sua struttura, sono diventati un partner con cui potersi confrontare sui diversi aspetti della dematerializzazione e digitalizzazione dei processi aziendali, fonte anche di spunti spesso anticipatori di quello che poi sarebbe diventato il panorama tecnico giuridico.
Giancarla Porro
Indicom Spa

Grazie a loro ho capito che non cercavo un software, ma competenze!

Nel Centro di Competenze Digitali di Nicola trovo risposta alle domande e un pronto intervento in caso di necessità. Mi interfaccio con persone competenti e professionali, in costante aggiornamento e in grado di apportare valore alla consulenza che offrono ai clienti.
Roberto Landi
Dale Consulting

Come si “esegue una scansione dei processi documentali” e come questo può salvare il posto di lavoro al “Chief Information Officer"

Finalmente esiste anche in Italia uno strumento Obiettivo per misurare la propria Digital Compliance Risk e scaricare i "CIO" da responsabilità legali e normative

In Italia, è fondamentale tenere sempre in ordine il proprio patrimonio documentale.

Accertamenti fiscali, cartelle esattoriali, presunte multe di cui ci vengono chiesti gli interessi….

…ma anche contenziosi tra aziende, disconoscimento di ordini e firme e contestazioni formalizzate dalle classiche “lettere dell’avvocato”…

Sono tutte cose enormemente spiacevoli che un’impresa italiana può trovarsi nella casella postale, o nella “PEC”, in un pigro Martedì pomeriggio.

Ma se un tempo i documenti erano cartacei, timbrati e firmati con l’inchiostro, oggi non è più così.

Ordini e offerte sono dei PDF che viaggiano via posta elettronica.

E le dichiarazioni fiscali, tributarie, ecc. sono sempre più “Telematiche”. Cioè sono dei processi informatici.

In Italia, esistono tantissime aziende del settore Digitale che ti propongono di fare degli assessment. Che a volte si chiamano “Gap Analisys” o “Check Up”.

Ma non c’è un sistema “obiettivo” che analizza la tua Digital Compliance Risk”.

Una procedura “automatica”, non influenzata o guidata da consulenti e guru del digitale.

O, almeno, non c’era fino a ieri!

Oggi, finalmente, qualcosa sta cambiando e puoi finalmente avere accesso ad uno strumento governato da algoritmi, capace di misurare lo stato di Compliance del tuo Impianto Documentale e del tuo piano di Innovazione che non hai ancora implementato.

Se sei un “Chief Information Officer”, sai perfettamente che l’innovazione è pienamente nelle tue sfere di competenze, e hai due enormi responsabilità:

 

- Mantenere l'impresa in cui lavori al passo con i tempi, con un sistema informativo efficiente, che semplifichi i processi e il loro monitoraggio, garantendone la competitività

- Realizzare un Sistema Informativo capace di produrre documenti e atti formai sempre più digitali, nonostante la graduale scomparsa di fogli e inchiostro. Ovvero tutto ciò che in Italia dava valore legale ai documenti

- Ottenere tutto questo senza complicare la vita a tutta l'azienda, mettendo "a sistema" la gestione delle identità digitali, le firme elettroniche, il riconoscimento biometrico dei dipendenti, evitando al tempo stesso di installare dispositivi e tecnologie ovunque, rendendo il lavoro e la burocrazia digitale ingestibile anche a te e al tuo reparto

Un alleato per sviluppare e implementare il proprio "Piano di Innovazione" senza addossare responsabilità addosso a chi ne ha già abbastanza

Gestire tutto questo non è facile, così come è difficile trasmettere alle altre figure esecutive l’importanza di non sottovalutare l’aspetto legale del digitale.

Sai benissimo, inoltre, che sarai tu a dover fare da “garante” ai documenti digitali elaborati oggi, domani e nei giorni a venire.

Il “CIO” è la figura che detiene le conoscenze e “le chiavi inglesi” per la costruzione del propulsore che spingerà avanti le imprese da qui al prossimo futuro, o le farà “inchiodare” come un vecchio motore senza olio nè benzina.

 

Per questo, ho sviluppato il primo e unico sistema di Digital Compliance Risk” in Italia, elaborato attraverso 14 algoritmi di analisi obiettivi, che ti mostrano il tuo Rating di Compliance con la facilità con cui ti misuri la pressione

Finalmente un nuovo modo di testare la propria Compliance, facile come misurarsi la pressione

Se l’essenza del Digitale è rendere facile ciò che è difficile, allora è proprio questo il motivo che ha dato un senso allo sviluppo del primi VERO sistema di verifica della Digital Compliane Ris in Italia.

Ben 14 algoritmi obiettivi e automatici, calcolano la tua Digital Compliance Risk in pochi minuti, mettendoti nelle condizioni di scoprire il livello di “Sicurezza Probatoria” e Normativa dei documenti prodotti in azienda, senza che consulenti e commerciali ci mettano lo zampino per costringerti a investire soldi quando non ti serve.

Uno strumento cui NON puoi rinunciare per mettere al sicuro gli investimenti fatti in passato sul Digitale, su quelli che farai e sulla possibilità di ottenere un report assolutamente obiettivo, neutrale e facile da comprendere, per essere condiviso più facilmente con gli altri organi decisionali in azienda, e stabilire insieme le eventuali azioni correttive da intraprendere, in totale CONSAPEVOLEZZA.

0
Processi di certificazioni europei avviati
0
valore dei potenziali "danni" da "bug" digitali risparmiati dalle aziende
0
Aziende trattate con questo metodo
0
Brevetti Europei alla base del Sistema

Se vuoi conoscere più da vicino il Primo Sistema di Digital Compliance Risk creato in Italia, compila – GRATUITAMENTE E SENZA IMPEGNO – IL FORM QUI SOTTO.

Riceverai un approfondimento gratuito senza seccature al telefono

Puoi leggere la nostra Privacy Policy prima di sottoscrivere il form, cliccando [QUI]

SAVINO SOLUTION S.R.L. Sede Legale Piazza Flavio Gioia n. 3 (SA) – Tel.Ufficio: 089255229 – Fax:0892590170 – P.I e C.F. : IT05141260652